GIG economy e processi di informazione, consultazione, partecipazione e contrattazione collettiva

Stato:
in corso
Anno:
2019-2021
Autori:
Davide Dazzi
In collaborazione con:
Filcams Cgil
Committente:
Commissione Europea,DG Employment and Social Affairs
Articolo correlato:

Progetto europeo coordinato dalla Filcams Cgil nazionale e co-finanziato dalla Commissione Europea, DG Employment (VS/2019/0040).

Obiettivi

L’obiettivo generale di questo progetto è sviluppare il coinvolgimento dei lavoratori nelle piattaforme digitali, vale a dire qualsiasi meccanismo, comprese l’informazione, la consultazione e la partecipazione, attraverso il quale i rappresentanti possono esercitare un’influenza sulle decisioni prese all’interno della società.

Il modello di business delle piattaforme gig-economy è universalmente basato sul ricorso quasi istantaneo a un grande pool di lavoratori on-demand. C’è un’eterogeneità di piattaforme e una varietà di gig worker. Il progetto si focalizza su

  • food delivery
  • turismo digitale
  • lavoro domestico digitale
  • e commerce

Il progetto intende esplorare come le informazioni, consultazione, meccanismi di partecipazione, cooperazione sindacale e contrattazione collettiva a livello transnazionale possanno essere utilizzate per migliorare la protezione dei lavoratori delle piattaforme.

Output del progetto

Piattaforma on line per i lavoratori della gig economy in cui trovare informazioni, pratiche contrattuali, norme, iniziative e attività di sensibilizzzazione, azioni di organising e mobilitazione e studi e ricerche a livello nationale e transnazionale.