Area tematica: Politiche e relazioni industriali
Anno: 2015
Tipo di pubblicazione: Materiali Ires ER
Parola chiave: green; meccanica; freddi
Autori: Daniela Freddi
Indirizzo: Bologna
Abstract:
Numerosissimi studi ed analisi realizzati dagli anni ’70, a partire dal rapporto del Club di Roma Limit to Growth, hanno sottolineato come il cambiamento climatico e il degrado ambientale stiano mettendo a repentaglio la vita delle persone e la sostenibilità futura in diverse aree nel mondo. Contemporaneamente altre dinamiche, come la globalizzazione e il cambiamento tecnologico, stanno causando importanti trasformazioni sul mercato del lavoro, soprattutto in relazione alle competenze necessarie. Sia le politiche pubbliche che le strategie d’impresa stanno sostenendo e percorrendo direttrici di sviluppo verso sistemi economici maggiormente innovativi ed eco-compatibili (green). Queste dinamiche sono naturalmente fortemente correlate al contemporaneo mutamento del mercato del lavoro nonché delle skill necessarie per consentire ed agevolare la trasformazione. Oltre all’inserimento nel tessuto produttivo di figure nuove in settori e imprese già esistenti o nuove, di centrale importanza risulta essere l’upskilling delle occupazioni esistenti, ovvero l’aggiornamento delle competenze. Dato il contesto sopra delineato, nella presente ricerca si è tentato di comprendere in che misura le trasformazioni verdi stanno investendo il settore della meccanica e che impatto stanno avendo in termini di fabbisogni formativi. In altre parole, risulta a nostro avviso molto rilevante capire quante e quali imprese in Italia sono in qualche modo coinvolte, per il tipo di prodotto che realizzano, per il mercato di riferimento o il comparto di appartenenza, da processi di trasformazione green e che riflesso hanno tali dinamiche sui fabbisogni di competenze. In sostanza nel presente lavoro di ricerca ci siamo chiesti se e in che misura queste trasformazioni impongano la necessità di mutare le competenze possedute dalle imprese e come e attraverso quali canali formativi questo processo di upskilling stia avvenendo. Sul piano metodologico è stato adottato un approccio quanti-qualitativo, che ha previsto la quantificazione, dopo aver definito l’approccio ai temi della ricerca “green economy” e “green jobs”, del numero delle imprese e dei posti di lavoro, nell’ambito del settore meccanico italiano, interessati dalla trasformazione green del sistema produttivo. In seconda battuta la ricerca, attraverso la realizzazione di 3 case studies interessati dalla trasformazione green, ha evidenziato le caratteristiche strutturali e della forza lavoro di tali imprese, nonchè ha analizzato quali sono le nuove competenze necessarie alla luce del cambiamento e le modalità in cui il processo di upskilling sta avendo luogo.